News

[vc_row enable_arrows_animation="no"][vc_column][vc_column_text]Il corso base di zBrush intende far conoscere la modellazione 3D in ambito prettamente scientifico quale metodologia per approfondire aspetti anatomici, permettere la comprensione di alcuni meccanismi nonché rappresentare una nuova forma di divulgazione scientifica. Il corso affronterà "alcuni" degli elementi cardine di uno dei programmi di scultura digitale più famosi al mondo, approfondendo in particolare la parte di "blockout" e di "refine" partendo dallo studio di semplici soggetti. Il corso si prefigge di far conoscere e interessare il partecipante al mondo del 3D, nonché di fornire gli strumenti base per iniziare ad approcciarsi nella

[vc_row enable_arrows_animation="no"][vc_column][vc_column_text]Finalità Il CORSO BASE DI QGIS mira ad affrontare i principali aspetti di gestione dell’informazione geografica, fornendo ai partecipanti le capacità di interpretare, raccogliere ed elaborare geodati in formato grafico. Alla fine del corso, i partecipanti sapranno utilizzare i principali strumenti utili alla realizzazione di prodotti cartografici in ambiente GIS. Il corso rappresenta una full immersion nel mondo dei sistemi informativi territoriali: dato il taglio fortemente pratico, si propone di far acquisire le conoscenze di base necessarie per lavorare con un software ad funzionalità, flessibilità e facilità d’uso,

Interessante percorso didattico volto all'esplorazione del microndo, partendo dai protisti fino al mondo delle diatomee e delle alghe. L'attività prevede una prima parte introduttiva, dove saranno illustrati i principali gruppi di protisti unicellulari e pluricellulari ecc.., mentre nella seconda parte gli studenti impareranno a realizzare un vetrino con tanto di colorazione del preparato. Gli studenti apprenderanno:[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row enable_arrows_animation="no"][vc_column width="1/3"][vc_icon icon_fontawesome="fa fa-tencent-weibo"][vc_column_text]La biodiversità all'interno di una goccia d'acqua[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width="1/3"][vc_icon icon_fontawesome="fa fa-tencent-weibo"][vc_column_text]Tecniche di preparazione e colorazione dei preparati[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width="1/3"][vc_icon icon_fontawesome="fa fa-tencent-weibo"][vc_column_text]Il mondo della microscopia ottica e digitale[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row enable_arrows_animation="no"]Per maggiori dettagli info@coopclimax[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]

Con l'acquisizione della tecnologia a taglio laser la Climax propone per le scuole degli adeguati percorsi formativi rivolti alla realizzazioni di prodotti di vario genere, dallo scientifico-naturalistico all'artistico-architettonico. L'utilizzo di questa tecnologia combinata con la fantasia dei ragazzi più piccoli e le conoscenze di quelli più grandi permette di convertire un'idea in un oggetto di studio e interesse, permettendo ai ragazzi di acquisire le skills richieste dal mondo del lavoro.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row enable_arrows_animation="no"][vc_column][vc_empty_space height="50px"][vc_row enable_arrows_animation="no"][vc_column][vc_video link="https://youtu.be/ekxYws2C5is"][/vc_column][/vc_row]

Anche quest'anno la Climax è stata scelta per svolgere un percorso di alternanza scuola lavoro con il Liceo Ignazio Vian di Bracciano improntato sulla figura lavorativa del divulgatore scientifico. Lo stage, della durata di 5 giorni, si è svolto alle pendici del monte Amiata luogo di estremo interesse e che offre diversi punti in chiave naturalistica: dalla più grande faggeta d'Italia alle aree di vulcanismo secondario di Bagni Vignoni e Saturnia sono stati affrontati diversi temi, sviluppando percorsi laboratoriali in aula (albergo) comprendenti aspetti cartografici, zoologici, ecologici

ORIENTEERING All’interno di uno dei più importanti polmoni verdi di Roma proponiamo giornate di orienteering per le scuole di ogni ordine e grado. Un’attività formativa, attraverso la quale l’alunno conoscerà il proprio territorio, si confronterà con se stesso e con gli altri compagni valutando gli effetti delle scelte che andrà ad operare lungo il percorso.[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width="1/2"][vc_column_text]DESCRIZIONE ATTIVITA' Previo un’introduzione in aula sulla cartografia e sulle tecniche di orientamento i ragazzi saranno preparati a svolgere l’attiva sul campo, all’interno della riserva, in una zona fruibile e interessante dal punto di

Si è concluso il seminario sulla "Scansione 3D e il suo utilizzo in ambito didattico e divulgativo" presso l'Università Roma Tre. Contrariamente per quanto accade nel settore architettonico e archeologico, il settore naturalistico ancora non ha espresso il suo potenziale nell'ambito 3D, pur disponendo, i nostri musei, di un patrimonio naturalistico di alto livello. L'incontro ha permesso di comprendere l'ampio spettro di settori che il digitale offre, dalla scansione alla stampa 3D, fino alla modellazione organica che riesce ad arrivare dove uno scanner ha i suoi limiti:

Tra le varie offerte che proponiamo alle scuola da quest'anno abbiamo anche Torino, una città dinamica e ricca di spunti per gli studenti. Il nostro percorso si snoda dal più classico dei musei, quello Egizio ricco di reperti e secondo al mondo per importanza, fino alla Reggia di Venaria. Non trascuriamo l'aspetto naturalistico con il Parco La Mandria, dove percorerriamo insieme ai ragazzi i vari sentieri natura fino ad incontrare le specie di maggiore interesse come il cervo. [/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row enable_arrows_animation="no"][vc_column][vc_separator][/vc_column][/vc_row][vc_row enable_arrows_animation="no"][vc_column][vc_column_text]Sulla base dell'esigenza del docente siamo in grado

Anche quest'anno si è tenuto a Roma il Makerfaire, uno degli eventi sulla tecnologia e innovazione più interessanti e importanti del panorama italiano. La nostra presenza, grazie ad un progetto sulla scansione 3D, ha riscosso un notevole successo da parte di studenti, curiosi e professionisti del settore della conservazione dei beni culturali e dei musei. Da 4 anni abbiamo inserito nel nostro percorso professionale le nuove tecnologie, sotto forma di stampanti 3D e scanner 3D applicati all'ambito naturalistico, un settore, diversamente da quello archeologico, ancora quasi per niente